Alessandro Bolognesi

Giunta Carlà: Bacciotti, Vichi, Bolognesi, Pieri.



Resa pubblica la nuova Giunta del Comune di Vicchio. Di seguito il comunicato stampa.

 

Vicchio, il sindaco Filippo Carlà Campa  presenta la Giunta.

 

“E’ un enorme soddisfazione iniziare a lavorare per il mio paese con persone qualificate che sapranno dare una nuova spinta per far crescere e migliorare sempre di più  Vicchio” . Dopo la vittoria alle elezioni del 26 maggio il sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa ha definito l’assetto della Giunta comunale così composta :

 

SINDACO Filippo Carlà Campa: 54 anni, farmacista, ex Vice Sindaco nel 1999, attivissimo nel mondo dell’associazionismo locale, è stato Presidente della Pro Loco e del Jazz Club od Vicchio.

Con le deleghe: Marketing del territorio; Cultura; Partenariato; Politiche giovanili, Polizia municipale; Protezione civile; Rapporti Istituzionali; Sviluppo economico; Turismo; Ascolto e Partecipazione.

 

VICESINDACO e ASSESSORE Laura Bacciotti, 51 anni, Commercialista, assessore al bilancio, sport e personale dal 2009. La più votata alle ultime elezioni del 26 maggio con 182 preferenze.

Con le deleghe: Bilancio; Processi di riorganizzazione; Personale; Ragioneria; Tributi; Finanze,

 

ASSESSORE Franco Vichi, 61 anni, Consigliere Comunale dal 1990 al 1996, ex dirigente d’azienda.

Assessore esterno, con le deleghe: Comunicazione; Finanziamenti e Contributi; Ambiente; Politiche energetiche; Casa, Sanità e Welfare; Società Partecipate.

 

ASSESSORE Sandra Pieri, 43 anni, manager nel settore del turismo, neo eletta Consigliere Comunale.

Con le deleghe: Scuola, Sport, Trasporti e Associazionismo.

 

ASSESSORE Alessandro Bolognesi, 61 anni, ex Sindaco dal 1990 al 2004, funzionario Poste Italiane.

Assessore esterno, con le deleghe: Lavori pubblici; Urbanistica; Patrimonio; Viabilità; Consorzi stradali; Rapporti con le frazioni.

 

 

La riunione di insediamento del Consiglio Comunale è programmata per il 13 giugno alle 1430 nella sala consiliare del Municipio

 

Abbonamento a Alessandro Bolognesi