Al via il progetto della nuova caserma. Carlà si rammarica e non capisce l'astensione delle opposizioni.


foto tratta da okmugello.it

Nel Consiglio Comunale del 14 marzo è stato approvato dalla maggioranza il progetto per la realizzazione della nuova caserma dei carabinieri che sorgerà in zona Scuola dell'Infanzia e facente parte del più ampio progetto PINQuA che attingerà a fondi nazionali per riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all’edilizia residenziale sociale. Le opposizioni di Vicchio Cinquestelle e Officina 19 si sono astenute. Il Sindaco ha espresso rammarico con una nota diffusa sulla stampa locale:

"Desta stupore, e lo dico senza polemica ma piuttosto con rammarico, il voto d'astensione sia del Movimento 5 Stelle che della lista Officina 19 bene comune. La costruzione di una caserma ha un significato culturale, sociale e di sicurezza per tutti, valori comuni non negoziabili.

La costruzione della nuova caserma è un impegno che ci siamo assunti con i cittadini e che vogliamo mantenere per costruire Vicchio del futuro!"

Le opposizioni hanno risposto al primo cittadino spiegando la loro posizione. Di seguito la nota di Officina 19:

Abbiamo letto la nota del sindaco Carlà Campa, riguardante la nostra astensione in consiglio sugli atti riguardanti la nuova caserma dei carabinieri, nella quale si dice stupito e rammaricato.

Strano che si stupisca della non partecipazione al voto di una parte politica che non è stata interpellata sul progetto, non potendo né valutarlo in itinere e eventualmente suggerire indicazioni o pareri e si è vista proporre il piano definitivo.

Di questo progetto, sicuramente discusso da tempo nel nostro paese, vi sono aspetti che ci preoccupano, tra i quali spiccano sicuramente il costo (prima stimato in 1,2 milioni e già lievitato a 1,4 e parliamo solo di costi preventivati, suscettibili a ulteriori aumenti) e il fatto che sia interamente coperto da mutuo che il nostro comune contrarrà, quindi interamente a carico della cittadinanza.

Nonostante reputiamo molto importante una sistemazione dei Carabinieri più consona e al passo coi tempi rispetto a quella attuale, non abbiamo voluto apporre la nostra firma su una cifra ancora così aleatoria che andrà ancora ad aggravare la nostra situazione debitoria. Abbiamo comunque scelto di astenerci, invece di votare contrari, aspetto che il sindaco pare non aver colto, proprio perché è un aspetto, quello della sicurezza, che riguarda la collettività,

sicuramente dal punto di vista della sicurezza, non capiamo quale sia dal punto di vista culturale.

Interviene anche Paolo Cioni che abbiamo raggiunto telefonicamente, capogruppo dei Cinquestelle in consiglio:

La nostra astensione al voto sulla nuova caserma dei carabinieri, ha le stesse  motivazioni  esposte da Officina 19. Anche noi non siamo stati interpellati durante la realizzazione del progetto e quindi non abbiamo avuto modo di valutarlo a fondo.

L'area da tempo necessita di una riqualificazione, soprattutto per il cantiere che da anni è in stato di abbandono, ma nel consiglio non c'è stato alcun riferimento alla messa in sicurezza del cantiere abbandonato. (Rimane la situazione di degrado davanti a scuola: area non sicura.)


Il cantiere davanti a scuola

 

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.