frazioni

Nuovo incontro dei 5 Stelle Vicchio

Comunicato Mugello 5 Stelle

Dopo l'incontro del 28 marzo scorso con i cittadini di Vicchio, incontro partecipato e proficuo, il M5S del Mugello prosegue nella frazione di Villore il percorso di conoscenza del territorio e delle sue problematiche. Chi è interessato può partecipare alla cena nel locale " Tre castagni" il 22 aprile prossimo verso le ore venti. È consigliata la prenotazione all'indirizzo adari@fastwebnet.it, oppure all'Arsella da Tagliaferri. Essendo emersa con evidenza, nel precedente incontro, una carenza di attenzione da parte dell'Amministrazione comunale nei confronti dei bisogni e delle necessità delle frazioni che da sole coprono gran parte del territorio del Comune, il Movimento mugellano intende acquisire una conoscenza approfondita del territorio attraverso gli abitanti stessi, sollecitati a fare segnalazioni, formulare proposte, avanzare ipotesi di soluzione dei problemi. Solo attraverso la partecipazione e una rinnovata voglia di contare nella vita politica si potrà migliorare, con il contributo di tutti, l realtà in cui viviamo. Perciò ci aspettiamo numerosi!

Ufficio stampa Mugello 5 Stelle

Mugello 5 Stelle Blog

Movimento 5 Stelle Toscana

Importante momento di confronto e incontro a Vicchio

Occasione da non perdere quella annunciata dall'ufficio stampa del Comune di Vicchio e ribadita anche sulla pagina ufficiale Facebook. L'iniziativa ha lo scopo di far "nascere  un dialogo costruttivo", fra Comune e cittadini. Una serie di incontri che si svolgeranno dalla fine di settembre fino a tutto ottobre, uno alla settimana, sia nel capoluogo sia in frazione. Di seguito gli orari e le date:

 

  • Venerdì 30 Settembre ore 21:00 preso la Biblioteca Comunale
  • Giovedì 6 Ottobre ore 21:00 a Villore presso il Circolo "Tre Castagni"
  • Venerdì 14 Ottobre ore 21:00 al Cistio presso il Circolo "Arci"
  • Venerdì 21 Ottobre ore 221:00 alle Caselle presso il Circolo "12 Marzo"
  • Giovedì 27 Ottobre ore 21:00 allo Spinoso presso il Circolo "Arci Vespignano"

 

Qui frazione di Vicchio: futuro prossimo della connettività

Vivere in frazione vuol dire anche rinunciare a servizi base come la connessione e il telefono cellulare. Un digital divide che sembra non avere fine, anche se qualcosa si muove.

Torniamo a parlare dell'annoso problema del collegamento internet nelle frazioni. Se in alcune zone si può già usufruire del collegamento adsl con velocità che arriva in alcuni casi fino a 20 mega, in altre i problemi persistono e anzi si aggravano. Telecom, che dovrebbe garantire il servizio, non intende investire in infrastrutture che poi andrebbero a servire un numero esiguo di utenti. Con il nome tecnico "case sparse", Telecom (o TIM nella nuova dicitura), individua infatti tutti quesi casi in cui gli interventi non saranno in pratica mai fatti. La convenienza per l'azienda non c'è, il costo dell'investimento non verrebbe ripagato dagli utenti delle "case sparse" e quindi si preferisce non intervenire sulle vecchie linee palificate, mantenendo volontariamente un disagio per gli utenti. Questa convenienza è dettata anche dalla bassa percentuale di utenti che inoltrano una rischiesta danni all'azienda, la quale deve poi dovrebbe corrispondere all'utente un indennizzo fissato dalla carta dei servizi (leggasi contratto e il modo per ottenerlo). 

ADSL: situazione critica a Vicchio. Villore rimane fuori dal piano Telecom.

Bolognesi "Pronto un piano di intervento in accordo con la Regione" - Nasce l'Osservatorio Digitale di Vicchio.

Una ricerca di Ookla piazza l'Italia dietro a molti altri stati europei, con una velocità media di appena 9,1 Mbps, l'Italia è addirittura l'ultima nazione europea per velocità di connessione. Un piazzamento che risulta molto influenzato dalla difficoltà dei gestori nell'aggiornare le vecchie infrastrutture in rame, con disagi e disservizi che si ripercuotono soprattutto nei piccoli centri urbani e in zone lontano dalle grandi città. Notizia di questi giorni è il difficile rapporto che andrebbe a crearsi fra Telecom e il Governo, che sembra puntare in alto (forse troppo), con un piano di digitalizzazione denominato "Strategia Italiana per la banda ultralarga". Certamente un'ambizione giustificata visti gli standard europei, ma che cozza con il reale stato delle infrastrutture italiane.

Vicchio: da Natale banda larga nelle frazioni.

Dal 24 Dicembre sarà disponibile, secondo quanto diffuso nel comunicato stampa a firma dell'Assesore Simone Bolognesi riportato di seguito , la connessione a Banda Larga per le frazioni di S.Maria a Vezzano, Vagliano, Pesciola, Molezzano, Gattaia, Caselle e Padule. La centrale di Villore sarà attivata entro Marzo 2015.

Dopo tanta attesa arriva la Banda Larga anche nelle frazioni che fino ad oggi non erano coperte dall'ADSL, servizio oramai essenziale e di primaria importanza per tutti i cittadini e le famiglie.

Dopo l'intervento di infrastrutturazione con fibre ottiche finanziato da Infratel Italia SpA, che nel Comune di Vicchio ha interessato le frazioni di S. Maria a Vezzano, Molezzano e Villore a partire dalla seconda metà del 2012, la società Telecom Italia ha comunicato che sono state attivate le Centrali Telefoniche di S. Maria a Vezzano (per le località di S. Maria a Vezzano, Vagliano e Pesciola) e di Molezzano (per le località di Molezzano, Gattaia, Caselle e Padule).

A partire dal 24 dicembre p.v. e con qualche giorno di comporto, comunque non oltre le fine dell'anno corrente, il servizio a banda larga ADSL è disponibile e potrà essere commercializzato per tutte le utenze delle località sopra citate. Inoltre, si informa che entro il prossimo marzo 2015 sarà attivata anche la centrale telefonica di Villore. L'amministrazione comunale credendo di fare cosa gradita nel comunicare questa prima attivazione del servizio ADSL nelle frazioni, vuole ingraziare tutti i cittadini per la comprensione dimostrata in questi anni, augurando buone feste ed un felice anno nuovo.

Simone Bolognesi

Comune di Vicchio Ambiente, Caccia e Pesca, Politiche Energetiche, Protezione Civile, Società Partecipate (Servizi Pubblici Locali), Sviluppo Economico, Trasporti

Meno di un mese alla presentazione del nuovo RUC.

max_Schermata 2014-03-04 alle 16.10.49.pngL'amministrazione è in dirittura d'arrivo per la redazione del RUC , regolamento urbanistico comunale.

In attesa della Legge regionale che modificherà la legge 1/2005, che ancora non è uscita, il regolamento sarà impostato sulla base delle prime indicazioni provenienti dalla regione sulla bozza della legge di modifica. Tutto dovrebbe essere approvato prima dell'ultimo consiglio comunale utile, che dovrebbe essere il 10 aprile prossimo, prima della pausa elettorale e prima del divieto di approvare delibere straordinarie da parte del Consiglio Comunale come stabilito dalla legge in prossimità della scadenza del mandato amministrativo.

Alcuni punti di interesse sono stati evidenziati per il prossimo RUC. La realizzazione della scuola media rimane una priorità ma i costi del vecchio progetto saranno ridimensionati. La zona rimane quella del vecchio campo sportivo “Simone Margheri”. La riqualificazione dell'area potrà anche permettere il ricongiungimento urbano fra Piazza 6 marzo e la zona Coop.

Abbonamento a frazioni