DEVURBE RESTA A CASA

Carlo Bedeschi

Izzo Roberto è di nuovo Sindaco

Izzo Roberto è di nuovo Sindaco

Lista dei Consiglieri eletti

Ieri intorno alle 19:30 c'è stata in saletta comunale la proclamazione ufficiale del "nuovo" Sindaco di Vicchio.

Roberto Izzo si è detto soddifatto del risultato elettorale, ben al di sopra delle più rosee aspettative.

Oltre all'investitutra ufficiale del Sindaco è stata resa ufficiale anche la lista dei consiglieri, che vede eletti nella maggioranza Carlotta Tai, Claudio Chicchi, Marco Gasparrini, Teresa Bonanni, Simona Degl'Innocenti, Matteo Ganassi, Rinaldo Ontanetti e Giuseppe Rosa. Prima forza di opposizione la lista civica "Uniti Per Vicchio" che oltre al candidato Sindaco Carlo Bedeschi, insedia in consiglio Francesco Bagnuolo e Valentina Romanelli. Francesco Scarpi sarà il dodicesimo consigliere per "Forza Italia".

 

Il confronto fra i candidati Bedeschi-Scarpi-Izzo

Il confronto fra i candidati Bedeschi-Scarpi-Izzo

Successo di pubblico e di partecipazione al confronto politico organizzato la sera di mercoledì 21 al Circolo ARCI “Il Tiglio” di Vicchio dalla nostra redazione.

Oltre 100 persone hanno affollato la terrazza del Circolo dove si è svolto il primo ed unico confronto pubblico tra i tre candidati sindaco del nostro paese. Molte le tematiche trattate con il pubblico che ha avuto un ruolo attivo nella serata come promotore di interrogativi da porre ai tre candidati.

Lo scontro, se così si può definire, è stato sostanzialmente limitato tra Izzo e Bedeschi, con Scarpi che al di là della buona volontà non riesce praticamente mai a dare anche solo l’idea di poter essere un candidato credibile, fino alla stessa auto ammissione di non aver la benché minima speranza di vittoria (salutata da un fragoroso applauso del pubblico solidale). Lontani anni luce gli antichi fasti dei Berluscones, fa comunque pensare come si possa esporre a tali indecorose presenze lanciando allo sbaraglio persone che, a prescindere da come la si possa pensare, di certo non meritano una figura del genere. La fotografia di Forza Italia che emerge da Scarpi è impietosa e sinceramente fa un certo effetto pensando al ruolo svolto fino solo a pochi mesi fa dal partito del Cavaliere in declino.

Tornando al dibattito, Roberto Izzo e Carlo Bedeschi hanno svolto una sfida più di fioretto che di spada. Pochi gli affondi decisi da entrambe le parti con visioni diverse su alcuni punti, (rapporto con le società partecipate, sviluppo della Fiera, rapporto con le società sportive tra le tante)  con un dialogo che non è mai travalicato in attacchi frontali.

Tra i temi più caldi, proposti dal numeroso pubblico, la situazione delle Scuole Elementari e Medie, il rapporto con l’Associazionismo sportivo (forte la presa di posizione del sindaco uscente in dissenso con il presidente dell’US Vicchio), lo sviluppo urbanistico del paese ma anche la curiosità sulle eventuali giunte proposte.

Carlo Bedeschi ha dunque ufficializzato il nome di Stefano Celli, tra i promotori della Lista Civica “Uniti per Vicchio” come eventuale prossimo assessore (sicura l'eventuale delega allo sport). Oltre a lui è stato fatto il nome dell’architetto Laura Maria Cosetta Fratini. Un altro assessore ,ha dichiarato bedeschi, uscirà tra i consiglieri più votati alle prossime elezioni mentre sull’ultimo nome si è tenuto una riserva ancora da chiarire.

Discorso un po’ diverso per Izzo che non ha preannunciato alcun nome se non confermando che i due assessori Cipriani e Pasi non saranno nella nuova squadra per motivi di lavoro. La giunta sarà quindi ufficializzata per il Centrosinistra solo dopo le elezioni, in caso ovviamente di vittoria.

Se vogliamo dare un giudizio alla serata dal punto di vista del comportamento dei protagonisti, possiamo affermare di aver trovato un Roberto Izzo sugli standard conosciuti, con qualche picco di personalità su temi cari come gli investimenti sul Sociale, il già citato difficoltoso rapporto con l’US Vicchio e con il “fuoriprogramma” relativo alla denuncia di infiltrazioni mafiose nel nostro comune portato alla conoscenza di tutti in un inatteso dialogo tra l’attuale sindaco ed un cittadino presente all’incontro, che di fatto ha svelato un episodio senza dubbio preoccupante sul fronte delle infiltrazioni mafiose e sul quale le forze dell’ordine stanno provvedendo.

Carlo Bedeschi è la sorpresa della serata. Mantiene un profilo basso spiegando le proprie proposte con voce pacata, scendendo sul campo di Izzo. Tiene botta senza voli pindarici, giocando con carota e bastone nei confronti di Izzo ed evitando accuratamente scontri su argomenti “caldi”. Con l’ufficialità di Celli e Fratini come futuri assessori regala i primi nomi di una campagna elettorale che sarà comunque ricordata come la più “sottovoce” degli ultimi 30 anni.

Su Francesco Scarpi abbiamo già detto in apertura. Le varie proposte di abolizione dei vari enti inutili (Unione dei Comuni, Enti di Bonifica, Società della Salute) e di chiusura dei rapporti con Publiacqua oltre ad altre proposte mal spiegate e poco credibili anche dal proponente stesso, l'assenza quasi totale di un programma strutturato e la completa assenza di una squadra che potesse supportare il candidato, sono una sintesi già abbastanza palese dello stato in cui Forza Italia si sia avvicinata a queste elezioni vicchiesi. Il rammarico, e lo diciamo con tutta la comprensione possibile, è che questo ruolo decadente dovesse svolgerlo lui.

 

Confronto fra i candidati Izzo-Scarpi-Bedeschi

Confronto fra i candidati Izzo-Scarpi-Bedeschi

Mercoledì 21 un dibattito aperto a tutti i cittadini

Sono tre i candidati a Vicchio, ma ancora non si sono mai seduti allo stesso tavolo per un confronto diretto con i cittadini.

devurbe.net ha pensato di organizzare una serata dove Izzo, Scarpi e Bedeschi saranno assieme davanti alla popolazione, per rispondere a tutte quelle domande che non sono mai state fatte. 

La serata, organizzata in collaborazione con il Circolo ARCI "Il Tiglio", si terrà mercoledì 21 maggio dalle ore 21:00 proprio nei locali del circolo. Una delle ultime occasioni per fare domande ai candidati prima del 25 maggio. 

devurbe.net raccoglierà inoltre le domande dal web in uno spazio dedicato (clicca qui) dove ognuno potrà postare le proprie curiosità che poi riporteremo nel corso della serata.

Nei prossimi giorni saranno stabilite e verranno comunicate alcune semplici regole per garantire a tutti i candidati lo stesso spazio durante il dibattito.

 

Uniti Per Vicchio: tutti gli appuntamenti elettorali

Uniti Per Vicchio: tutti gli appuntamenti elettorali

Ecco tutte le date con di seguito il comunicato stampa di "Uniti Per Vicchio".

  • Giovedì 8 Maggio, alle 10,00 saremo al Mercato di Vicchio
  • Sabato 10 Maggio, alle 10,30 Carlo Bedeschi in compagnia di alcuni candidati sarà al Cistio Sabato
  • 10 Maggio, alle 16,30 saremo a Caselle
  • Domenica 11 Maggio, alle 17,30, in occasione della Festa della Primavera saremo a Vicchio
  • Giovedì 15 Maggio, alle 10,00 saremo al Mercato di Vicchio
  • Venerdi 16 Maggio, alle 21,00 saremo al Circolo Tre Castagni di Villore
  • Sabato 17 Maggio, alle 10,30 saremo a Rupecanina
  • Sabato 17 Maggio, alle 16,30 saremo a Santa Maria a Vezzano
  • Sabato 17 Maggio, alle 18,00 saremo a Vespignano Giovedì 22 Maggio, alle 10,00 saremo al Mercato di Vicchio
  • Venerdi 23 Maggio, alle 19,00 presenteremo i nostri candidati alla Saletta Muzio Cesari di Vicchio

 

Inoltre, per finanziare la nostra campagna elettorale, abbiamo pensato di organizzare per Mercoledì 14 Maggio, alle 20,00 una cena a buffet presso l’azienda agricola “La Carbonaia” di Villose. A causa dei posti limitati chi vuole partecipare si deve prenotare, entro lunedì 11 Maggio, telefonando al numero 055 84 93 110 dopo le ore 17,00.

Carlo Bedeschi scrive a devurbe.net

Carlo Bedeschi scrive a devurbe.net

Con riferimento all'articolo "Uniti Per Vicchio" pubblicato lo scorso 27 aprile, il candidato Sindaco Carlo Bedeschi ci scrive per chiarire alcuni aspetti legati alla lista civica che lo appoggia alle prossime amministrative. Ecco di seguito la sua lettera:

L'articolo sulla presentazione della lista "Uniti per Vicchio" del 27 aprile, con le comprensibili note di colore del caso, ha alcune inesattezze sulle quali credo sia giusto dire qualcosa.

Ho accettato la candidatura a Sindaco solo ad alcune condizioni che chiarisco.

La lista Uniti per Vicchio non si propone “contro” Roberto Izzo, non ho mai condiviso e non condivido le personalizzazioni, specie di tipo “contro”. Certo ci proponiamo in alternativa all'amministrazione uscente, ma in un confronto leale, aperto e sulle questioni e problemi reali. Spero quindi che fino da subito si esca da un'impostazione di schieramenti nemici che non hanno motivo e non servono a nessuno.
Non risparmierò e non risparmieremo critiche all'amministrazione e naturalmente avanzeremo le nostre proposte, ma spero davvero che il confronto si sviluppi e si mantenga nei binari doverosi del rispetto reciproco.

L'articolo introduce poi il tema che penso sarà il motivo di attacco politico che riceveremo da adesso in poi, come evidente dall'immagine che accompagna il testo del vostro articolo e che credo poco abbia a che vedere con la nostra lista e il nostro progetto.

Saremo cioè chiamati a spiegare come partiti di destra e sinistra si siano potuti unire. La risposta è molto semplice: non l'hanno fatto. Questa ha l'ambizione di essere una vera lista civica che anzi appena nata ha subito portato alla presa di distanza da parte dei partiti (i partiti non amano quando i cittadini decidono di fare politica “da soli”...)

Uniti per Vicchio è di un gruppo di persone che da tempo stavano concordando su molti temi e che alla fine hanno trovato elementi per un programma e un impegno comune. Certo ciascuno ha la sua storia: ad esempio le mie origini sono nello stesso partito di Roberto Izzo, la Democrazia Cristiana.

Io però ho maturato la convinzione che oggi, ancora di più a livello locale, siano da recuperare i rapporti della politica con i cittadini. Per questo punteremo molto sulla partecipazione, sulla trasparenza, su una amministrazione che non si limiti ad ascoltare, ma che dia delle risposte, sui temi che ogni programma politico in questi anni ha messo sul tappeto e lasciato nel dimenticatoio.
Abbiamo avuto cinque anni di amministrazione che ha abbandonato le frazioni anche sullo sfalcio dell'erba a bordo strada, che non ha promosso una gestione dei rifiuti corretta, che non ha saputo in che direzione andare sulla scuola media da costruire, che non ha approvato il RUC per dirne alcune.
Dipingere un gruppo di cittadini che ha preso le distanze dai partiti e si propone per dare risposte chiare ai bisogni del paese come una lista che ha “al suo interno contraddizioni difficili da spiegare agli elettori” prima ancora di avere ascoltato o letto una sola delle nostre idee, non mi pare giusto.

Nei prossimi giorni pubblicheremo il nostro programma nel dettaglio e su quello e di quello spero si discuta.

Di una cosa infatti sono fermamente convinto: l'enorme sconfitta collettiva che si determina quando un cittadino dice "non voto perché tanto non serve a niente, non cambia mai nulla". E' la risposta più importante che dobbiamo, dato che la politica ha le maggiori responsabilità di avere determinato questo clima, iniziato consigliando di andare "al mare", come qualcuno ha con irresponsabilità propagandato in altri tempi.

 

Carlo Bedeschi

Anche Fratelli D'Italia si tira fuori da Uniti Per Vicchio

Anche Fratelli D'Italia si tira fuori da Uniti Per Vicchio

Dopo il comunicato di SEL Vicchio, anche Fratelli D'Italia prende le distanze dalla neo nata lista civica "Uniti Per Vicchio". A farlo, in un articolo pubblicato sul portale gonews.it, è  il Presidente del Gruppo Regionale di Fratelli D'Italia Giovanni Donzelli. Ecco di seguito il testo dell'articolo.

“Caterina Coralli ha pienamente ragione: la lista che appoggia Carlo Bedeschi a sindaco per il comune di Vicchio è una vera e propria lista civica, svincolata da qualsiasi appartenenza politica”. A dichiararlo in una nota è il Presidente del Gruppo regionale di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli che così interviene in merito all’articolo apparso sabato scorso su un quotidiano. “Ci sono circostanze nelle quali è opportuno che le scelte vengano effettuate dalle persone come cittadini e non come esponenti di questo o quel partito” sottolinea Donzelli. “Lasciare autonomia decisionale, senza ingerenze di alcun tipo, equivale a favorire le migliori condizioni possibili affinché vengano adottate le soluzioni che, nei singoli contesti, riescano a scardinare il granitico sistema  che si è costituito nel corso degli anni, finendo col frustrare qualsiasi tentativo di rinnovamento e di progresso delle comunità”. “Per questo” conclude Donzelli “ il superamento di certi steccati ideologici, l’aver messo da parte gli schieramenti politici fine a sé stessi, può portare tutte le persone confluite in questa lista civica ad adoperarsi sui temi concreti che riguardano il paese lavorando insieme per uno sviluppo ragionevole del territorio e pensando alle necessità del futuro”.

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2014/04/29/donzelli-fdi-la-lista-civica-che-appoggia-carlo-bedeschi-ha-piena-autonomia-dai-partiti/#.U2F2V175Rc8
Copyright © gonews.it

Uniti Per Vicchio.

Uniti Per Vicchio.

Il 26 aprile scadeva il termine ultimo per la presentazione delle liste elettorali. A Vicchio il Pd con il PSI ha presentato la sua con Izzo a guidarne le file, come Forza Italia con il candidato Sindaco Scarpi.

Ma come era da qualche tempo nell'aria, nasce anche una nuova lista civica. La novità è sicuramente la composizione di questa nuova lista, trasversale e con qualche sorpresa al suo interno. Caterina Coralli di Fratelli d'Italia, dopo la separazione con Forza Italia, era una delle promotrici "note" di questa  nuova realtà politica, ma la sorpresa arriva da Stefano Celli, attuale consigliere in quota SEL. La trasversalità preannunciata è stata rispettata, da un'estremo all'altro dell'arco politico. "Uniti Per Vicchio" , ecco il nome della lista civica, parte già con al suo interno contraddizioni difficili da spiegare agli elettori. Parafrasandone il nome, sembra più che sia un "Uniti contro Izzo", ed è qui che forse troviamo l'unico punto in comune dei vari esponenti che la rappresentano. In attesa dei nomi dei candidati ci sono già alcune certezze, come il nome del candidato Sindaco: Carlo Bedeschi. 

Interessante a tal proposito l'articolo uscito sul Corriere Fiorentino, scritto da Giulio Gori, dal quale estrapoliamo alcune dichiarazioni di Coralli, Celli e Badeschi: 

"Sia chiaro- spiega Celli, che ha lavorato al progetto assieme al compagno di partito David Bianchi - questa è un'operazione fatta a titolo personale, il partito non c'entra nulla" ... " L'importante è battere Izzo - gli fa eco Caterina Coralli - è sorprendente quante cose in comune spuntino fuori tra destra e sinistra, quando c'è di fronte il PD" [...] "La nostra è una vera lista civica - dice lui (Bedeschi ndr) -di solito queste liste sono l'espressione mascherata di un'area politica, ma qui un'area politica di appartenenza non c'è davvero"

Abbonamento a Carlo Bedeschi