Roberto Izzo

Tutti in attesa delle primarie. I 5 Stelle ci provano.



Mancano cinque mesi alle amministrative 2019 dove anche il comune di Vicchio vedrà l’elezione del nuovo Sindaco. La data scelta dovrebbe essere il 26 maggio, così da accorpare anche le elezioni europee anch’esse in programma la prossima primavera, ma ancora manca l’ufficialità.

La situazione a Vicchio è ancora confusa, l’unica certezza è che il Pd correrà con un nuovo candidato, visto che il Sindaco Roberto Izzo è alla fine del suo secondo mandato e non potrà ricandidarsi. Tutto sarà deciso il 20 gennaio prossimo con le primarie, in dubbio fino alla fine, fino a che l’ultimo giorno utile, Filippo Carlà Campa ha deciso di candidarsi in opposizione a Carlotta Tai, attuale vicesindaco e scelta dalla maggioranza del partito. Le due candidature, almeno per adesso, sembrano intraprendere due strade diverse che rispettivamente porterebbero una alla discontinuità e l’altra alla continuità con l’attuale amministrazione, ma niente è ancora definito e saranno i due candidati a far capire con le loro scelte la vicinanza o meno con l’attuale amministrazione. Il tutto però tenendo ben presente che si tratta pur sempre di candidati dello stesso partito.

Dalle opposizioni che adesso sono rappresentate in consiglio comunale i più attivi risultano Uniti Per Vicchio, i quali però ad oggi non hanno ancora scoperto le proprie carte, rimandando perlomeno dopo metà gennaio, ogni decisione sul futuro della lista civica, la quale sembra destinata a mutare magari trasformandosi in qualcosa di nuovo. Forza Italia invece, che conta un solo consigliere in consiglio comunale, sembra sparita dai radar.

Fuori dal consiglio comunale possiamo trovare Liberi e Uguali, provenienti dal defunto SEL, i quali hanno da poco rilasciato un comunicato stampa sulla sfumata alleanza con il Pd. Alleanza che potrebbe comunque non essere tramontata definitivamente. 

Ma la novità più interessante è rappresentata senza dubbio dai 5StelleVicchio, i quali sembrano intenzionati a presentate una lista che possa competere seriamente per le prossime amministrative. I 5Stelle per la prima volta, dopo una lunga gestazione, scenderanno in campo anche qui a Vicchio forti dei tanti voti presi alle scorse politiche, senza alleanze e senza entrare in liste civiche più o meno di convenienza. In questi giorni infatti è in fase di definizione la lista che potrebbe presentarsi alle prossime amministrative.

Altra novità è indubbiamente la nascita a Vicchio di una sezione della Lega, la quale però rimane, dal giorno della sua nascita, chiusa nel suo silenzio.

In questo scenario, per adesso, non si escludono liste civiche che possano raccogliere più forze o unire anche diversi schieramenti. Sembra però esclusa la possibilità di una lista civica estremamente trasversale come lo è stata Uniti per Vicchio cinque anni fa.

L'impressione è che tutto sarà più chiaro dopo le primarie PD del 20 gennaio, quando le opposizioni e gli scontenti, potranno sapere quale sarà il nome da battere alle prossime amministrative.

 

Izzo interviene sulla scuola

max_Roberto-Izzo.jpg

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa inviato del Comune di Vicchio sulla vicenda scuola.

Scuola di Vicchio, il Sindaco: Funzionalità e Sicurezza le parole d’ordine

Comprendiamo i disagi, ma a cosa servono le polemiche senza fondamento?

L’adeguazione sismica della nostra scuola ha bisogno della collaborazione di tutti

 

 

“Il problema della Sicurezza e della Funzionalità della Scuola sono le linee guida fondamentali del nostro intervento, necessario per la sicurezza Sismica della nostra Scuola”. È secca la smentita del Sindaco di Vicchio, Roberto Izzo, alle notizie riportate sulla stampa locale nell’ultima settimana. E continua a chiarire, per quello che riguarda la polemica sollevata sul servizio-mensa: “I ragazzi della Scuola Primaria avranno la mensa dal 29 settembre, come comunicato alla scuola durante le riunioni mensili di informazione che abbiamo iniziato sin dalla fase di progettazione, e continuato fino ad oggi”.

 

Alcuni genitori, tramite i media, hanno lamentato scarsa e cattiva comunicazione: “Potremmo forse avere qualche carenza dal lato della comunicazione ai media – ammette Izzo –, ma le riunioni delle quali sto parlando, svolte nella stanza del Sindaco, con Dirigente scolastico, il suo vicario, i tecnici del Comune, il Progettista e Direttore lavori, e molto spesso il Responsabile alla Sicurezza della Scuola e due rappresentanti dei genitori eletti nel Consiglio d’Istituto, erano studiate appositamente per avere un canale informativo e di comunicazione diretto con i principali interessati alla situazione. Tutto questo era ed è il nostro sforzo, nell’ottica della collaborazione continua per garantire, come abbiamo sempre fatto, la massima funzionalità e sicurezza della scuola”.

 

Per la scuola dell’Infanzia il discorso è diverso: “Avevamo dato la disponibilità per la mensa a partire dal 22 settembre. La scuola dell’Infanzia di Vicchio attua da sempre il progetto “accoglienza” durante il quale è necessaria la compresenza delle maestre al mattino per garantire un inserimento sereno dei più piccoli. Per questo condivisibile motivo la mensa doveva iniziare il 29 settembre per tutti i bambini della scuola dell’Infanzia.

Dopo le polemiche di pochissimi genitori, la scuola ha chiesto, vista la nostra antica disponibilità, la fruibilità del servizio-mensa a partire dal 22 settembre. Questo non senza i problemi per il trasporto scolastico cha abbiamo dovuto riorganizzare un’altra volta, in tre giorni”.

 

Ma è sulla funzionalità e la sicurezza delle scuole di Vicchio, concetti (e fatti) che stanno ovviamente particolarmente a cuore al Sindaco e alla sua Amministrazione, che Roberto Izzo preferisce insistere: “Faccio presente che l’Amministrazione Comunale di Vicchio è impegnata in un enorme investimento per rendere la nostra scuola Primaria eccellente dal punto di vista della normativa antisismica, acustica, elettrica, idraulica e antincendio. Intervento questo, che segue, nel campo dell’Antisismica, quello già realizzato alla scuola dell’Infanzia di Piazzano”.

 

“L’Amministrazione Comunale – conclude il Sindaco Izzo – ha particolarmente a cuore la situazione della Nostra Scuola Primaria, la segue quotidianamente, con impegno e attenzione cercando di fare tutto ciò che é in nostro potere affinché i lavori proseguano e si concludano nel più breve tempo possibile. Chiede per questo ancora una volta la collaborazione di tutti, per mitigare il disagio che un’opera come questa comporta. Per primi ai genitori dei quali comprendiamo sicuramente le necessità e le preoccupazioni. E non ultimi ai media, che dovrebbero avere l’obbligo di informarsi appropriatamente, prima di informare a loro volta i cittadini in maniera superficiale. Le polemiche non costruttive servono solo a eccitare gli animi e non risolvono i problemi”.

 

Importante nota Conoscitiva:

“Dal XIV° rapporto Ecosistema Scuola di Legambiente, uscito a inizio anno”

Nel dossier citato, consultabile su http://www.legambiente.it/contenuti/comunicati/ecosistema-scuola-xiv-edizione-il-rapporto-annuale-sulla-qualita-dell-edilizia-

si legge, con altri molti utili e interessanti dati, questo report: che prende in esame 5.301 edifici scolastici di competenza dei comuni capoluogo di provincia: “di questi circa il 62% è stato costruito prima del 1974, mentre il 4,8% è stato costruito tra il 2001 e il 2002. Solo lo 0,6% risulta edificato con criteri di bioedilizia, in particolare sono dodici i comuni che hanno deciso di investire in questo settore.
L’8,8% invece è stato costruito con criteri antisismici. La verifica di vulnerabilità sismica è stata realizzata solo sul 27,3% degli edifici.
Nei Comuni che si trovano in area a rischio sismico (zona 1 e 2) e idrogeologico, solo il 21,1% degli edifici ha compiuto tale verifica”. Il Mugello è classificato come area a rischio sismico in zona 2.

Izzo Roberto è di nuovo Sindaco

Lista dei Consiglieri eletti

Ieri intorno alle 19:30 c'è stata in saletta comunale la proclamazione ufficiale del "nuovo" Sindaco di Vicchio.

Roberto Izzo si è detto soddifatto del risultato elettorale, ben al di sopra delle più rosee aspettative.

Oltre all'investitutra ufficiale del Sindaco è stata resa ufficiale anche la lista dei consiglieri, che vede eletti nella maggioranza Carlotta Tai, Claudio Chicchi, Marco Gasparrini, Teresa Bonanni, Simona Degl'Innocenti, Matteo Ganassi, Rinaldo Ontanetti e Giuseppe Rosa. Prima forza di opposizione la lista civica "Uniti Per Vicchio" che oltre al candidato Sindaco Carlo Bedeschi, insedia in consiglio Francesco Bagnuolo e Valentina Romanelli. Francesco Scarpi sarà il dodicesimo consigliere per "Forza Italia".

 

Il confronto fra i candidati Bedeschi-Scarpi-Izzo

confronto1.jpgSuccesso di pubblico e di partecipazione al confronto politico organizzato la sera di mercoledì 21 al Circolo ARCI “Il Tiglio” di Vicchio dalla nostra redazione.

Oltre 100 persone hanno affollato la terrazza del Circolo dove si è svolto il primo ed unico confronto pubblico tra i tre candidati sindaco del nostro paese. Molte le tematiche trattate con il pubblico che ha avuto un ruolo attivo nella serata come promotore di interrogativi da porre ai tre candidati.

Lo scontro, se così si può definire, è stato sostanzialmente limitato tra Izzo e Bedeschi, con Scarpi che al di là della buona volontà non riesce praticamente mai a dare anche solo l’idea di poter essere un candidato credibile, fino alla stessa auto ammissione di non aver la benché minima speranza di vittoria (salutata da un fragoroso applauso del pubblico solidale). Lontani anni luce gli antichi fasti dei Berluscones, fa comunque pensare come si possa esporre a tali indecorose presenze lanciando allo sbaraglio persone che, a prescindere da come la si possa pensare, di certo non meritano una figura del genere. La fotografia di Forza Italia che emerge da Scarpi è impietosa e sinceramente fa un certo effetto pensando al ruolo svolto fino solo a pochi mesi fa dal partito del Cavaliere in declino.

pubblico3.jpgTornando al dibattito, Roberto Izzo e Carlo Bedeschi hanno svolto una sfida più di fioretto che di spada. Pochi gli affondi decisi da entrambe le parti con visioni diverse su alcuni punti, (rapporto con le società partecipate, sviluppo della Fiera, rapporto con le società sportive tra le tante)  con un dialogo che non è mai travalicato in attacchi frontali.

Tra i temi più caldi, proposti dal numeroso pubblico, la situazione delle Scuole Elementari e Medie, il rapporto con l’Associazionismo sportivo (forte la presa di posizione del sindaco uscente in dissenso con il presidente dell’US Vicchio), lo sviluppo urbanistico del paese ma anche la curiosità sulle eventuali giunte proposte.

Carlo Bedeschi ha dunque ufficializzato il nome di Stefano Celli, tra i promotori della Lista Civica “Uniti per Vicchio” come eventuale prossimo assessore (sicura l'eventuale delega allo sport). Oltre a lui è stato fatto il nome dell’architetto Laura Maria Cosetta Fratini. Un altro assessore ,ha dichiarato bedeschi, uscirà tra i consiglieri più votati alle prossime elezioni mentre sull’ultimo nome si è tenuto una riserva ancora da chiarire.

Discorso un po’ diverso per Izzo che non ha preannunciato alcun nome se non confermando che i due assessori Cipriani e Pasi non saranno nella nuova squadra per motivi di lavoro. La giunta sarà quindi ufficializzata per il Centrosinistra solo dopo le elezioni, in caso ovviamente di vittoria.

pubblicoconfronto1.jpgSe vogliamo dare un giudizio alla serata dal punto di vista del comportamento dei protagonisti, possiamo affermare di aver trovato un Roberto Izzo sugli standard conosciuti, con qualche picco di personalità su temi cari come gli investimenti sul Sociale, il già citato difficoltoso rapporto con l’US Vicchio e con il “fuoriprogramma” relativo alla denuncia di infiltrazioni mafiose nel nostro comune portato alla conoscenza di tutti in un inatteso dialogo tra l’attuale sindaco ed un cittadino presente all’incontro, che di fatto ha svelato un episodio senza dubbio preoccupante sul fronte delle infiltrazioni mafiose e sul quale le forze dell’ordine stanno provvedendo.

Carlo Bedeschi è la sorpresa della serata. Mantiene un profilo basso spiegando le proprie proposte con voce pacata, scendendo sul campo di Izzo. Tiene botta senza voli pindarici, giocando con carota e bastone nei confronti di Izzo ed evitando accuratamente scontri su argomenti “caldi”. Con l’ufficialità di Celli e Fratini come futuri assessori regala i primi nomi di una campagna elettorale che sarà comunque ricordata come la più “sottovoce” degli ultimi 30 anni.

Su Francesco Scarpi abbiamo già detto in apertura. Le varie proposte di abolizione dei vari enti inutili (Unione dei Comuni, Enti di Bonifica, Società della Salute) e di chiusura dei rapporti con Publiacqua oltre ad altre proposte mal spiegate e poco credibili anche dal proponente stesso, l'assenza quasi totale di un programma strutturato e la completa assenza di una squadra che potesse supportare il candidato, sono una sintesi già abbastanza palese dello stato in cui Forza Italia si sia avvicinata a queste elezioni vicchiesi. Il rammarico, e lo diciamo con tutta la comprensione possibile, è che questo ruolo decadente dovesse svolgerlo lui.

 

Confronto fra i candidati Izzo-Scarpi-Bedeschi

Mercoledì 21 un dibattito aperto a tutti i cittadini

Sono tre i candidati a Vicchio, ma ancora non si sono mai seduti allo stesso tavolo per un confronto diretto con i cittadini.

devurbe.net ha pensato di organizzare una serata dove Izzo, Scarpi e Bedeschi saranno assieme davanti alla popolazione, per rispondere a tutte quelle domande che non sono mai state fatte. 

La serata, organizzata in collaborazione con il Circolo ARCI "Il Tiglio", si terrà mercoledì 21 maggio dalle ore 21:00 proprio nei locali del circolo. Una delle ultime occasioni per fare domande ai candidati prima del 25 maggio. 

devurbe.net raccoglierà inoltre le domande dal web in uno spazio dedicato (clicca qui) dove ognuno potrà postare le proprie curiosità che poi riporteremo nel corso della serata.

Nei prossimi giorni saranno stabilite e verranno comunicate alcune semplici regole per garantire a tutti i candidati lo stesso spazio durante il dibattito.

 

Izzo apre la campagna elettorale: "Niente lezioni da chi ha accordi con la destra"

Izzoaprecampagna.jpgNomi giunta prima del voto?:  "Decideremo più avanti"

 

E' iniziata ieri ufficialmente la campagna elettorale a Vicchio con il primo appuntamento in calendario per la coalizione di Centrosinistra. Nella sede del PD Vicchio erano presenti tutti i candidati consiglieri della lista guidata da Roberto Izzo,(guarda tutti i nomi) i quali si sono presentati per la prima volta all'elettorato.

Davanti ad una trentina di intervenuti, Roberto Izzo, oltre che illustrare il programma reso pubblico proprio in questi giorni (scaricalo qui), non ha perso l'occasione di rispondere ad alcune critiche che gli erano state rivolte. Come il  non essere o non rappresentare la sinistra vicchiese,

"Io ho da sempre avuto la tessera del PD. Non si capisce come la sinistra possa accusarmi di non essere abbastanza di sinistra quando hanno fatto loro accordi con la destra. La stessa destra che ha riportato i fascisti in Piazza a Vicchio. Non accettiamo lezioni da chi fa accordi con la destra."

Centrosinistra Vicchio presenta il suo programma

Ecco il programma (scarica il file qui) del Centrosinistra Vicchio che sostiene la candidatura a Sindaco di Roberto Izzo.

Pubblichiamo di seguito la premessa del programma e il calendario con gli appuntamenti della campagna elettorale , da qui alle elezioni:

  • -Mercoledì 7 Maggio, ore 21:30 presso la sezione del PD di Vicchio, presentazione candidati ed inizio campagna elettorale;
  • -Domenica 11, ore 10, saremo in piazza a Santa Maria a Vezzano;
  • -Martedì 13, in orario ancora da definire, assemblea al circolo del Cistio;
  • -Giovedì 15, in orario da definire, assemblea al circolo di Villore;
  • -Martedì 20, in orario da definire, assemblea al circolo di Vespignano;
  • -Venerdì 23, in orario e luogo da definire, chiusura della campagna elettorale.

Portavoce di SEL Vicchio Carotti: "Mai pensato ad un'alleanza con alcuna lista civica"

"Il mancato acccordo con il PD? La responsabilità maggiore è loro"

 

Abbiamo raggiunto telefonicamente Guido Carotti, coordinatore di SEL Vicchio. Le dichiarazioni uscite sul Corriere Fiorentino, che vedevano il consigliere Celli di SEL duettare con Caterina Coralli di Fratelli D'Italia sulla nascita di "Uniti Per Vicchio”, avevano riscosso un certo clamore.

SEL quanto c'entra con la presa di posizione del consigliere Celli di appoggiare la lista civica "Uniti Per Vicchio"?

"Prima di tutto voglio confermare, anche a titolo personale, il comunicato che abbiamo fatto uscire la scorsa settimana. Ero a conoscenza di 'abboccamenti' con gruppi che avevano espresso intenzione di fare una lista civica, ma le posizioni prese da Celli di aderire alla lista civica 'Uniti per Vicchio' sono personali e nulla hanno a che vedere con la linea politica di SEL. "

Pagine

Abbonamento a Roberto Izzo