Il sabotaggio della trivella sul crinale


Trivella nei pressi di Vicchio foto Devurbe

La notizia della denuncia del sabotaggio e atti vandalici alla trivella/sonda di AGSM che stava lavorando sul crinale fra Villore e Corella è apparsa su tutti gli organi di stampa locali on-line e anche su La Nazione di sabato 24 ottobre.

A quanto si apprende dalla ricostruzione dell’Ing. Giusti di AGSM, ci sarebbero stati sabotaggi alle attrezzature usate per i saggi di approfondimento richiesti dall’Unione dei Comuni addirittura in due momenti diversi.  Il primo, che ha danneggiato la macchina operatrice, fra le 18:00 di mercoledì 21 e le 7:30 di giovedì 22. Il secondo, su materiali lasciati più a valle, fra le 8:00 e le 15:00 di giovedì 22.

Atto che se confermato, è certamente da condannare. Molte le prese di posizioni ufficiali di partiti politici, Sindaci e associazioni. Chiunque si sia interessato all’argomento, anche i più contrari al progetto eolico, hanno già preso le distanze da tali comportamenti.

Mentre siamo però in attesa che le indagini possano fare il loro corso , possiamo però fare alcune considerazioni. 

La denuncia di AGSM sta portando alla luce alcune notizie prima inedite, fra cui il fatto che la trivella si trovava ad effettuare sondaggi su richiesta diretta dell’Unione dei Comuni, cosa non emersa in precedenza. Nonostante infatti poco tempo fa ci siano stati incontri fra Sindaci e AGSM, nulla finora era trapelato. Un atteggiamento che a detta degli oppositori al progetto è sempre stato considerato poco trasparente.

Quello che per ora sappiamo di sicuro, riguardo alla trivella, è che è apparsa sul crinale senza alcuna comunicazione o segnalazione. L’area è zona vocata alla caccia e il periodo venatorio attuale porta numerosi cacciatori nella zona. Anche se tali lavori non necessitano di autorizzazioni amministrative, il cantiere, guardando le foto, non era adeguatamente protetto e delimitato, non garantendo la sicurezza di persone e mezzi. 

Inoltre una trivella identica a quella che era sul crinale è stata fotografata venerdì 23 ottobre alle 8:30, incustodita su un camion parcheggiato in una piazzola nei pressi di Vicchio. Se, come sembra dalle foto, la trivella è la stessa e se la denuncia è stata fatta proprio nella giornata di venerdì 23, viene da chiedersi del perché il mezzo sia stato spostato dal cantiere e lasciato incustodito alla portata di chiunque volesse avvicinarsi.

In questi casi si dovrebbe sequestrare il cantiere e i mezzi interessati per agevolare le indagini, ma se il cantiere sul crinale è stato smontato prima della denuncia, da dove inizieranno le indagini?


Comparazione trivelle foto Devurbe

Link di riferimento:

http://www.devurbe.net/Trivelle-Porcellecchi-per-Eolico

http://www.devurbe.net/Sabotaggio-trivella-al-prossimo-Conisglio-Comunale

https://www.facebook.com/stepassia/posts/1273070373044552

https://www.okmugello.it/news/cronaca/983088/vicchio-atto-di-sabotaggio-alla-trivelle-di-agsm-in-appennino

https://www.ilfilo.net/villore-sabotata-la-sonda-nella-zona-dove-nascera-limpianto-eolico/

https://www.radiomugello.it/cronaca/mugello-in-comune-sull-audizione-di-agsm-e-il-sabotaggio/

https://www.gazzettaufficiale.it/atto/regioni/caricaArticolo.

https://www.facebook.com/riccardo.benvenuti.54/posts/10223429874805703

Aggiungi un commento

Plain text

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.