Tricarico nuovo Presidente del Consiglio comunale. Per OV19 troppi assessori consiglieri


Il Sindaco con il nuovo Presidente del Consiglio comunale Alessio Tricarico - foto dalla pagina facebook del Comune di Vicchio

Giovedì 28 ottobre è stato eletto Alessio Tricarico del gruppo di maggiornaza "Centrosinistra per Vicchio" come Presidente del Consiglio comunale dopo le dimissioni di Rebecca Bonanni nominata assessore. La vicepresidenza resta ad Emiliano Salsetta del gruppo "Officina Vicch19".

La nomina di Bonanni porta così a tre il numero di assessori ad avere il doppio ruolo di consigliere; Laura Bacciotti attuale vicesindaco e Sandra Piera assessore all'istruzione sono entrambe consigliere.

Officina Vicchio 19 con una nota evidenzia questo punto e fa un resoconto della seduta:

Nel consiglio comunale di giovedì scorso abbiamo presentato una mozione, passata all'unanimità, che prevede l'installazione nel nostro paese dei cartelli indicatori  venerdì “DAE” (anche stradali) che segnalanti la precisa ubicazione dei defibrillatori esterni in caso di necessità.

Abbiamo inoltre domandato all'amministrazione se fosse al corrente della situazione stradale in località Mirandola, dove l'asfalto presente grossi e profondi solchi, e del ponte che si trova prima delle Caselle, privo di una spalletta laterale.

Il sindaco Carlà Campa ci ha risposto che le nostre due segnalazioni sono state trasmesse agli uffici e che intendono intervenire, anche a causa della scarsità di risorse nell’immediato periodo, nel giro di 3-6 mesi, ovviamente vigileremo sul rispetto di questo annuncio.

Per quel che riguarda il nuovo assetto della giunta, ad inizio consiglio abbiamo fatto gli auguri di buon lavoro all'assessora Rebecca Bonanni, nel contempo abbiamo segnalato come il fatto che un'altra consigliera entri in giunta mantenendo il doppio ruolo (al momento sono già 3) rischi di svuotare e svilire il ruolo del Consiglio Comunale, aumentando una deprecabile commistione tra potere esecutivo e legislativo del comune di Vicchio.

Auspichiamo quindi che a breve avvenga un riassetto, tramite la rinuncia al ruolo consiliare di qualche assessora, che possa rendere al consiglio un membro pienamente impegnato nel suo ruolo.

 

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.