agriturismo

Spariti gli immigrati che alloggiavano a Vicchio

Spariti gli immigrati che alloggiavano a Vicchio

Nella mattinata di sabato i venti immigrati ospitati nell'agriturismo Bonciani  a Vicchio, hanno abbandonato i propri alloggi senza lasciare traccia.

La prefettura aveva contattato direttamente l'agriturismo nei giorni precedenti ed i migranti erano stati trasportati con un pulman, scortati da diverse volanti della Polizia, intorno alla mezzanotte di giovedi 20 marzo.

Il gruppo, composto perlopiù da donne e bambini, doveva soggiornare a Vicchio, sotto il controllo di un medico presente anche lui in agriturismo, fino a lunedi, quando un commissario doveva procedere con il riconoscimento e la registrazione. -"Sabato mattina"- afferma il titolare - "gli aspettavo per la colazione , ma non si sono presentati. Ho provato allora a contattare la prefettura, ma non ci sono riuscito e mi sono rivolto ai carabinieri. Era un gruppo di persone molto tranquillo" - continua il gestore - "che voleva raggiungere i propri parenti. Alcuni a Milano ed altri in Germania. Non mi sentirei di parlare di fuga, in quanto non erano sorvegliati e comunque non credo che possano rappresentare pericolo per nessuno".

La Prefettura, a titolo informativo, intorno alle 18:00 di giovedi 20 marzo aveva contattato gli uffici Comunali per avvertire dell'arrivo di queste persone, ma non aveva rilasciato altre informazioni. Nessuno quindi era a conoscenza dell'operazione, presumibilmente coordinata a livello nazionale dalle stesse Prefetture di zona.

Abbonamento a agriturismo