DEVURBE RESTA A CASA

Don Massimo Biancalani ospite al Teatro Giotto



Si è tenuto venerdì 23 l'incontro al Teatro Giotto con ospite il parroco di Vicofaro Don Biancalani sul tema immigrazione promosso dal Pd Vicchio.

Di seguito il comunicato stampa con il resoconto della serata:

COMUNICATO STAMPA

PD VICCHIO

 

VICCHIO. 25.01.20

Esprimiamo piena soddisfazione per l’iniziativa di ieri sera da noi organizzata sul tema dell’immigrazione e accoglienza, parte di un ciclo di incontri che porteremo avanti come Circolo di Vicchio.

Presso il Teatro Giotto abbiamo ospitato una personalità rispettabile come Don Massimo Biancalani della Parrocchia Vicofaro di Pistoia. Molti sono stati i cittadini presenti agli interventi, iniziati con le esperienze delle altre associazioni ospitate: Associazione Progetto Accoglienza Onlus, Aia Santa, Il Mulino.

Ringraziamo i nostri ospiti per la loro disponibilità a discutere e approfondire con noi un tema così delicato ed importante.

Partendo dalla necessità di affrontare queste problematiche, come PD Vicchio affermiamo la nostra vicinanza agli ultimi e agli emarginati della società.

Condanniamo gli atti fascisti e intimidatori in passato rivolti a Don Biancalani e alla sua Parrocchia dai gruppi più estremi della nostra società, per il coraggio avuto nel difendere ed aiutare i più bisognosi. Esprimiamo il nostro sostegno a tutti coloro che perseguono una coerenza valoriale, senza tornaconti personali o economici, subendo per questo tentativi di marginalizzazione, accusa ed esclusione dal mondo laico e religioso.

Dall'ascolto delle esperienze degli ospiti, e dagli interventi del pubblico, riportiamo le principali considerazioni della serata:

- creare un mondo più equo e contrastare le disuaglianze globali;

- riformare l'attuale sistema di accoglienza basato sull'esclusione e la clandestinità (abrogando i decreti Minniti e Sicurezza I e Bis);

- perseguire un modello di accoglienza come quello Sprar, basato sul coinvolgimento delle realtà locali e regionali;

- garantire e riconoscere diritti legali di residenza per contrastare percorsi di illegalità;

- creare uno sportello sociale comunale di supporto e informazione su pratiche abitative, lavorative ed economiche;

- creare una rete di supporto basata sulla condivisione di posti auto, per rendere più accessibili le frazioni paesane a chi ha più necessità o non è provvisto di auto.

 

Un caro saluto,

PD Vicchio

Aggiungi un commento

Plain text

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.