Scuola media: le risposte dell'amministrazione

Per i primi di maggio la prima bozza di progetto

Dopo il comunicato stampa diffuso qualche settimana fa da SpV (leggi qui), devurbe.net ha inviato sei domande al Sindaco Roberto Izzo riguardanti la realizzazione della nuova scuola media.

1-A che punto è lo stato di progetto della nuova scuola?

2-Quali sono i tempi di realizzazione?

3-Dove verranno reperiti i fondi disponibi e a quanto ammontano?

4-L'amministrazione Comunale,ha seriamente intenzione di puntare sulla realizzazione della nuova scuola media,  dirigendo quasi tutte le risorse economiche del prossimo anno su questo progetto?

5- Nel comunicato di Sinistre per Vicchio, si parla anche della possibilità di non rispettare il patto di stabilità. E' una strada percorribile?

6-Il nuovo plesso scolastico sorgerà nell'area dell'attuale campo sportivo "Simone Margheri"?E nel caso, sarà previsto un nuovo campo sportivo?

A seguito di queste domande l'amministrazione comunale ci ha inviato questo comunicato stampa che pubblichiamo integralmente.

 

COMUNICATO STAMPA

Progetto di costruzione della Nuova Scuola Media

Nella primavera del 2008 il Comune di Vicchio bandì un concorso di idee per la realizzazione della Scuola Secondaria di primo grado “Don Lorenzo Milani”.

“Negli ultimi due anni con i progettisti che hanno vinto il concorso di idee per il progetto della nuova scuola media, dichiara il Sindaco di Vicchio Roberto Izzo, abbiamo lavorato per ricercare una soluzione progettuale con costi di realizzazione sostenibili. Il progetto vincitore del concorso, molto bello, interessante dal punto di vista della soluzione urbanistica/architettonica presenta un costo di circa euro 8.500.000, troppo elevato per le finanze del Comune.
Consapevoli che una soluzione va ricercata, abbiamo incaricato gli stessi progettisti di proporci un progetto di fattibilità preliminare che, calibrato alle necessità del nostro paese, valido dal punto di vista architettonico e bene inserito nel contesto urbanistico, abbia un costo inferiore a 4.000.000 di euro. L’obiettivo è quello di presentare alla cittadinanza nella prima decade di maggio la nuova preliminare soluzione progettuale con la quale iniziare l’iter per la ricerca dei finanziamenti.

La previsione per i tempi di realizzazione, dato il tipo di struttura ipotizzata, si potrebbe aggirare in 24 mesi, compresi i tempi burocratici necessari per espletare i bandi di gara.

Un progetto come questo per realizzarlo nel rispetto del Patto di Stabilità, deve essere programmato e gestito ricercando l’equilibrio tra le riscossioni e i pagamenti in conto capitale (spese per investimento).

Diventa così di fondamentale importanza ricercare finanziamenti in maniera diversificata:

  • Con risorse finanziare proprie derivanti dalla vendita di beni di proprietà comunale.

  • Da finanziamenti derivanti da contributi statali e regionali.

  • Per ultimo, solo se necessario ed al minimo indispensabile, prendendo un mutuo.

 

In aggiunta a quanto detto, potremmo ricorrere a forme di Project Financing che al momento però non stiamo considerando.

Il Patto di Stabilità è un obiettivo finanziario stabilito per legge ogni anno, obbliga ad un avanzo positivo tra entrate ed uscite e va rispettato.

Il controllo della spesa pubblica è una necessità, inoltre, se non rispettassimo il Patto di Stabilità il Comune subirebbe gravi penalizzazioni (per es.: Taglio dei trasferimenti pari all’entità del superamento del Patto, divieto di accedere a mutui, divieto di fare assunzioni di qualunque tipo….)

 

In riferimento alle notizie riportate recentemente sulla stampa non abbiamo capito cosa significhi in concreto dirottare le risorse economiche del prossimo bilancio di previsione in questo progetto.
E’ noto a tutti, l’informazione ogni giorno lo ricorda, che le risorse per i bilanci comunali sono pochissime e siamo costretti, per mantenere i servizi essenziali, a processi di razionalizzazione e tagli di spesa.

Ad oggi abbiamo lasciato la nuova scuola media dove previsto dagli strumenti urbanistici vigenti, ovvero, nell’attuale campo sportivo Simone Margheri, questo significa dover costruire un nuovo campo sportivo e conseguentemente sostenere un costo aggiuntivo”.

Commenti

1

http://www.devurbe.net/?q=node/237

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.