Uffici Comunali

Orari uffici comunali: si va verso la conferma del sabato chiuso.



Nel Consiglio Comunale di Venerdì 27 Settembre si è parlato anche dei nuovi orari degli uffici comunali.

In estate era partita la sperimentazione, decisa dall'amministrazione Izzo, che prevedeva la scelta di chiudere gli uffici comunali il sabato mattina, con l'esclusione dell'ufficio Lavori pubblici e manutenzione, allungando l'orario del giovedì pomeriggio (delibera qui). Una sperimentazione dovuta alle nuove normative sul lavoro del settore, che vedono la distribuzione dell'orario di 36 ore, spalmato su cinque giorni lavorativi. Il periodo di prova doveva concludersi il 30 settembre o almeno fino ad una effettiva nuova valutazione.

Dalle parole del Sindaco in consiglio, si è capito che sarà confermata la chiusura del sabato mattina degli uffici comunali, in quanto non sarebbero arrivate lamentele ufficiali da parte dei cittadini per questa variazione di orari. Inoltre, da una prima analisi dei flussi di affluenza, il sabato rimarrebbe il giorno meno frequentato e visto che i servizi di "emergenza" e i matrimoni sono stati garantiti lo stesso, saranno confermati gli orari visti quest'estate. 

E' inoltre emerso che per capire se ci siano realmente delle esigenze per alcuni cittadini, potranno essere previste una o due aperture del sabato, ma solo su prenotazione. In questo modo i cittadini che veramente avranno necessità di usufruire del servizio il sabato, potranno farlo previo appuntamento. Una prenotazione da regolare, sempre a detta del Sindaco, con opportune garanzie, come per esempio l'introduzione di una sorta di "penale" per chi prenota e non si presenta.

Una posizione diversa da quanto fatto capire dallo stesso Sindaco con un comunicato rilasciato lo scorso giugno (http://www.devurbe.net/Risposta-chiusura-uffici-comunali) , in risposta alla lettera di Bruno Confortini sulla questione. 

Clicca qui per consultare gli orari attuali degli uffici comunali

 

La risposta del Sindaco sulla chiusura degli uffici comunali.

“LA CHIUSURA DEGLI UFFICI COMUNALI IL SABATO? UNA DECISIONE DI 2 MESI FA CHE VA RIVISTA”

Circa 2 mesi, esattamente il 18 aprile 2019,la Giunta Comunale ha approvato il Regolamento per la gestione dell’orario di lavoro dei dipendenti dell’ente ed in via sperimentale, fino al 30/9/2019,ha deciso di spalmare le 36 ore settimanali dell’orario ordinario di lavoro, dal lunedì al venerdì, con chiusura al sabato(escluso il servizio n4 relativo al settore Lavori pubblici e Manutenzioni).
La nuova Amministrazione Comunale, che si insedierà domani giovedì 13 giugno, prende atto dell’accordo siglato a suo tempo dalla Giunta precedente con la rappresentanza dei lavoratori dell’ente,  ma al tempo stesso accoglie le numerose lamentele pervenute in questi giorni dai cittadini per questa decisione di escludere il sabato come giorno lavorativo(seppur in via sperimentale fino al 30/9) e quindi si farà carico di esaminare la possibilità di rivedere tale scelta, nell’ottica di venire incontro alle esigenze della popolazione tutta.

Filippo Carla’Campa 
Sindaco di Vicchio

ufficiostampa@comune.vicchio.fi.it

 

A Vicchio chiusura degli uffici comunali il sabato mattina.



Pubblichiamo di seguito la lettera di Bruno Confortini sulla decisione del Comune di Vicchio di chiudere gli uffici il sabato mattina.

Buongiorno,

vi segnalo che il Comune di Vicchio dal 1 giugno chiude tutti i suoi uffici il sabato (fatta eccezione dell'ufficio Lavori Pubblici); salve errori, da una verifica veloce sui siti dei comuni della nostra Unione dei Comuni, risulta che Vicchio sia  l'unico Comune a adottare questo tipo di orario così drastico (e sarebbe interessante vedere quanti altri comuni lo adottano in Toscana/Italia: credo pochissimi).

In una zona di pendolarismo come la nostra, chiudere uffici come l'anagrafe, l'Urp etc il sabato  - spesso l'unico giorno libero per chi lavora -  vuol dire creare un grosso disagio ai cittadini; così come inopportuno sarebbe impedire al cittadino che mediamente lavora dal lunedì al venerdì, di poter parlare con il proprio sindaco o con l'assessore "x" o "Y" nel suo unico giorno libero: il sabato, appunto.

Il Comune è il primo livello istituzionale di riferimento per il cittadino, come si può pensare di restringerne così drasticamente i servizi?

Auspico che il nuovo consiglio comunale che si insedierà a breve  - cui auguro un ottimo lavoro amministrativo- torni su questa decisione e venga incontro alle imprescindibili esigenze della popolazione.

In caso contrario sarebbe davvero un brutto inizio per la nuova amministrazione.

Grazie per l'attenzione

Bruno Confortini

Vicchio

 

Abbonamento a Uffici Comunali