Sinistre per Vicchio: "Un esempio per tutta la sinistra"

Riceviamo e pubblichiamo il Comunicato stampa delle "Sinistre per Vicchio"

Roberto Izzo è il nuovo sindaco di Vicchio. E’ il primo sindaco eletto nel nostro paese a non aver ottenuto la maggioranza dei consensi dei cittadini. Rispetto al 2008, anno zero della sinistra italiana e vicchiese, “Sinistre per Vicchio” ha recuperato in queste elezioni amministrative oltre il 16% dei voti, erodendo direttamente l’area di consenso del PD locale che dalle elezioni nazionali del 2008 alle comunali del 2009 scende dal 55% al 45%. Il Partito Democratico ha arginato il calo di consensi nell’area di centrosinistra intercettando voti dall’area di centrodestra: voti di quegli elettori che alle comunali non hanno riconfermato il consenso dato alle europee al Pdl o di quelli che non avevano in lizza il loro partito di riferimento (come l’ Udc, partito in aria di accordo con il Pd in vista delle elezioni regionali e non solo). “Sinistre per Vicchio”, seguendo la via della paritetica unità a sinistra, si è dimostrata un soggetto politicamente vincente e ha ottenuto in assoluto il miglior risultato a sinistra fra quelli dei comuni della provincia di Firenze e uno fra i migliori di tutta la Toscana. Con i loro 1283 voti i cittadini di Vicchio ci chiedono di continuare su questa strada, ci chiedono di aprirci ancor più alle richieste di partecipazione e di nuova sinistra. La loro richiesta va ben oltre la necessaria, ma non sufficiente, azione dei nostri tre consiglieri eletti nel nuovo consiglio comunale. Raccoglieremo questo invito, espresso oltre che con i tanti voti, con tante attestazioni di stima e con tanta partecipazione di cittadini alle iniziative elettorali di questi pochi ma intensissimi mesi. Dando anche un esempio che serva a tutta la sinistra, già nelle prossime settimane metteremo le basi organizzative per continuare l’esperienza collettiva di “Sinistre per Vicchio” e far si che tutto il popolo della sinistra, i singoli cittadini, possano avere un luogo di confronto, di dialogo e di pratica politica, anche concretizzando con le iniziative in paese e nel consiglio comunale i punti programmatici con cui ci siamo presentati agli elettori. Faremo tutto, come sempre, alla luce del sole, pubblicamente, con l’aiuto e la partecipazione di chiunque voglia contribuire a questo nuovo progetto politico.

Commenti

3

<p>Sconvolgiamo i calcoli allora ...Il&nbsp;Pd ha perso, a detta vostra il 10% (nonostante abbia preso voti dalla destra, lo dite voi) a differenza&nbsp;Le Sinistre per Vicchio hanno guadagnato il 16% (Secondo un confronto di comodo)</p> <p>I VOTI DELLA LEGA, DELL'UDC E DI ALTRI SONO STATI PRESI DALLE SINISTRE&nbsp;PER VICCHIO COME VOTI DI PROTESTA AL PD.&nbsp;</p> <p>Dal momento che non &egrave; sicuro che tutto questo sia veriterio,&nbsp;potrebbe essere esatto.&nbsp; Basta supposizioni, calcoli e che altro. Credevate di&nbsp;vincere (dire no come a Tele Iride&nbsp;non vi ha fatto onore)&nbsp;e non &egrave; andata cos&igrave;. Fine, non credo moriranno&nbsp;persone per questo. L'unico riferimento che ho &egrave; che il PD alle Europee ha preso circa il 43%, a VIcchio il 45% quindi le percentuali son simili, ha guadagnato nelle amministrative il 2% fine e non lo vedo un dato cos&igrave; sconvolgente da farci un processo sopra .. i Votanti del PD&nbsp;hanno votato il PD. Vi prego,&nbsp;dovremo collaborare e se il clima resta questo credo che sia impossibile e mi duolerebbe.</p> <p>Bruno mi parli di correttezza e usi ancora queste affermazioni politichesi. Cerchi consensi con questa lettera, e giusto che sia cos&igrave;, ma volevo metterti al corrente di una cosa, non so quanto ti possa interessare&nbsp;la mia&nbsp;personale e umile posizione, ma non nascondo un po' di delusione dovuta dal tuo comportamento,&nbsp;ti ricordo che faccio parte di un gruppo di&nbsp;elettori che hai perso e che stai allontanado con questo&nbsp;modo di fare e ti assicuro che non eravamo pochi. Te ne fregher&agrave; meno di zero probabilmente ma sono deluso e ferito&nbsp; e non sono solo,&nbsp;rifletti anche su questo.&nbsp;&nbsp;Ci vedremo&nbsp;Sabato al lago.</p>

<p>Sig. Petti, se qualcuno fa un'analisi del voto che voi non condividete, non significa che non vi rispetti. Piuttosto, fare uscite pubbliche come questa sua, in cui dimentica del ruolo che ha assunto (non &egrave; pi&ugrave; un privato cittadino!), in cui reclama rispetto e lamenta di essere ferito, non &egrave; cosa che si pu&ograve; permettere. Se una persona fa parte della maggioranza politica in seno alle istituzioni, non &egrave; nella posizione di accusare gli altri di eventuale insensibilit&agrave;. Anzi, dovrebbe imparare che &egrave; giunto il momento di incassare. Certo, di fronte a una diffamazione si deve rispondere in sede politica e eventualmente in quella giudiziaria. Ma non &egrave; questo il caso. Un rappresentante di una maggioranza politica DEVE essere aperto al dialogo con le opposizioni per dovere istituzionale; non decidere di esserlo se la sua sensibilit&agrave; non &egrave; urtata o se le opposizioni sono disciplinate e piene di sussiego. Quello che sto dicendo &egrave; l'abc della politica e mi sorprendo che lei non lo sappia. Fare parte delle istituzioni riconosciute dalla nostra Costituzione, significa anche saper accettare il pomodoro che ti viene lanciato in testa; e soprattutto significa non far dipendere le proprie decisioni politiche da quel pomodoro. Signor Petti, prenda coscienza del significato dell'espressione &quot;senso delle istituzioni&quot;. Non prenda per buoni, per carit&agrave;, quei tromboni che stanno a Roma, che chiedono rispetto delle istituzioni solo perch&eacute; i sederi che stanno sulle poltrone sono i loro. Ma la prego di prendere almeno in considerazione le parole di una ultraottantenne che ha un po' pi&ugrave; esperienza di lei.</p>

<p>cro lorenzo,</p> <p>leggo solo ora la tua nuova su devurbe e com'&egrave; mia abitudine, ti rispondo.Per continuare un dialogo, che poi rilancieremo &nbsp;vis a vis in consiglio comunale, e su tanti argomenti.</p> <p>Ritornando sul voto: non faccio politichese, esprimo un'opinione politica netta: magari non la condividi ma pazienza: il Pd &egrave; un progetto politico che non mi piace,&nbsp;&egrave; nato con vocazione maggioritara per cancellare le sinistre ( e anche la parola sinistra)dalla faccia del paese:per inciso e per essere schietto, ricordo ancora l'aprile scorso, elezioni nazionali, i risolini compiaciuti di qualche vecchia &quot;compagna &quot; del vecchio Pci-che ora &egrave; con te nel Pd--quando il &quot;voto utile&quot; cancell&ograve; la sinistra dal Parlamento italiano. Ci provava gusto, lei, a sapere che Bertinotti non era pi&ugrave; in Parlamento e che c'era la Binetti, o Fioroni, o qualche bell'industrialotto progressista del Nord.</p> <p>Io faccio nel mio piccolo un'altra cosa: la sinistra.&nbsp;Se mi riesce, naturalmente e se tanti altri ne avranno voglia.&nbsp;Questo non vuol dire che il Pd e chi lo vota sono il diavolo (per me nenache Berlusconi lo &egrave;, figurarsi Franceschini), ma che io non credo n&egrave; poco n&egrave; punto in quel progetto politico.L'ho gi&agrave; scritto tante volte anche qui su devurbe e lo ripeto fino alla noia, perch&egrave; al di la delle polemichette, questo &egrave; il punto politico vero.Bisogna prenderne atto.Poi chi ha pi&ugrave; filo tesser&agrave;, e certo-lo ammetto-noi di sinistra non stiamo dando dimostrazione di grande capacit&agrave;.A&nbsp;Vicchio forse va un p&ograve; meglio per la sinistra, no?Io comunque ci provo.</p> <p>Quindi caro Lorenzo, nessuna delusione o cose personali,solo politica e ragionamenti politici.</p> <p>Per quanto riguarda il &quot;pensavate di vincere&quot; una precisazione. Chi ha parlato con me nei giorni prima delle lezioni, lo sa: non ho mai pensato di vincere, di rimontare oltre 1400 voti.&nbsp;SI di ottenere un buon risultato, e questo rivendico di averlo ottenuto(noi tutti lo abbiamo ottenuto).E' per&ograve; vero che il clima di euforia bello che si era creato intorno a noi, e di pessimismo che si era creato fra alcuni di voi, avevano dato l'impressione ad alcuni che si sono fatti un p&ograve; trasportare(ma non a me, credimi) di poter fare il botto.Per questo a Teleiride ho ripetuto che quella di SInistra per Vicchio era una grande affermazione elettorale. E lo ripeto qui.</p> <p>Caro Lorenzo, io ho una visione della politica realistica e cerco di guardarla anche con distacco. Concedimi un minimo di intelligenza, concedimi l'intelligenza di aver capito subito che la coalizione Pd-Ps avesse a Vicchio una tenuta sociale e politica con crepe grosse, ma non tali da abdicare di fronte ad uno schieramento, il nostro, appena nato e che avr&agrave; ancora tanto da lavorare per diventare egemone, se ci riuscir&agrave;.</p> <p>Di tutto avremo comunque modo di riparlarne.</p> <p>ciao</p> <p>bruno</p>

Pagine

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.